Come guadagnare con la tua creatività

Guadagnare con la tua creatività

 

Come forse già saprai uno dei miei hobby preferiti è creare oggetti e decorazioni fatte a mano partendo dall’utilizzo di diversi materiali e con le tecniche più disparate.

Ma cosa succede quando creare qualcosa ti appassiona così tanto che vorresti  trascorrere tutto il tuo tempo facendo solo quello?

E come la mettiamo se le tue creazioni piacciono  e sono richieste?  Ci faresti un pensierino, vero?

Vorresti che quello che è partito solo come un hobby diventasse un lavoro?

In questo articolo voglio darti alcune dritte su come guadagnare con la tua creatività anche lavorando da casa.

 

Partecipare ai mercatini per hobbisti

I mercatini per hobbisti sono di solito il primo step che  si compie  quando si vuole vendere i propri manufatti. Ormai vengono organizzati in ogni città  e non è complicato parteciparvi.

Non è necessario  avere una partita iva, ma bisogna fare molta attenzione e rispettare il regolamento del comune  e conoscere bene la propria identità di hobbista per non incorrere a multe. Per approfondire gli aspetti fiscali ti consiglio di leggere questa guida sul fisco per creativi fatta molto bene ed aggiornata.

Partecipare ai mercatini di solito è poco costoso, ma è abbastanza difficile  riuscire a vendere tanto e soprattutto a farsi conoscere.

Sicuramente bisogna essere presenti in più mercatini per riuscire nell’intento.

 

Il passaparola

E’ la forma più rapida per poter vendere quello che avete fatto. Di solito  si inizia con parenti amici e colleghi fino ad ampliare a conoscenti e amici dei conoscenti.

Per i miei ricami fatti a mano  questa è stata la modalità di vendita più efficace in assoluto.

Se produci oggetti che puoi indossare o sfoggiare, come ad esempio borsebijoux o abiti da te decorati, sarà più facile che qualcuno ti chieda dove li hai acquistati. La soddisfazione è enorme nel poter rispondere “li ho fatti io”! E qui di solito nasce la replica “ne puoi fare uno anche a me”? Ed il gioco è fatto.

Se invece quello che fai non si può mettere addosso o portare con te come ad esempio pezzi unici incisi su legno, disegni o mobili riciclati,  ricorda di salvare sul tuo telefono delle foto pronte da mostrare a chiunque possano interessare.

Anche esporre i tuoi manufatti in casa può essere utile. A me ad esempio è capitato con un portariviste.

 

Utilizza i social network

Ti consiglio, oltre ad altri, soprattutto Facebook e Pinterest.

Su Facebook puoi aprire un tuo gruppo  oppure una pagina e partecipare  a discussioni e commenti sulle pagine e profili di chi condivide con te la tua stessa passione. Ce ne sono davvero tantissimi.

E’ inutile nasconderlo, Pinterest è il mio social network preferito. E’ la mia scatola dei desideri. Mi piace salvare immagini, video tutorial ed idee nelle mie bacheche e riguardarle di tanto in tanto per trovare nuove idee e progetti da realizzare.

Inoltre è fantastico perché dà un’enorme visibilità immediata ai tuoi lavori. Se vuoi vedere le mie bacheche e come lo utilizzo collegati in Pinterest su Ardua Creativa.

 

Lavorare da casa come artigiana creativa

Una grossa fetta degli oggetti fatti a mano possono essere creati a casa. A volte non è necessario avere un locale dedicato. Al contrario è possibile per alcune tipologie di oggetti e lavorazioni attrezzare una stanza apposita. Si può anche creare  un laboratorio nel proprio garage.

Ma dopo averli realizzati, come puoi vendere i tuoi oggetti?

Esistono diverse piattaforme online dedicate al mondo handmade. Tutte danno la possibilità di aprire il tuo negozio virtuale  in cui caricare le immagini e descrizioni dei tuoi lavori e venderli online. La peculiarità, a differenza dei normali siti di annunci o del più famoso ebay, è che queste piattaforme sono dedicate esclusivamente agli hobby creativi, dove potrai vendere oggetti e lavori fatti a mano e i materiali per realizzarli. In alcuni è possibile anche vendere cartamodelli, progetti  e tutorial.

Vediamo quali sono le più famose piattaforme per vendere online i  frutti del tuo lavoro creativo.

 

I marketplace per vendere handmade

Etsy: come dice la descrizione riportata sul sito è “un marketplace dove persone di tutto il mondo si riuniscono, online ed offline, per comprare e vendere articoli unici”. E’ molto completo e dà un’ampia visibilità a livello internazionale. Trovo sia fatta molto bene e di facile utilizzo. Bisogna registrarsi come venditore. Prevede un costo contenuto per ogni inserzione inserita e una commissione sugli articoli venduti.

Babirussa:  Funziona con gli stessi principi di Etsy e anche qui sono previsti dei costi per le inserzioni e una commissione sugli articoli venduti. Meno popolare rispetto ad Etsy, ma comunque efficace.

Blooming: prevede un canone mensile per poter vendere le proprie creazioni, ma non viene richiesta alcuna commissione sul venduto. E’ davvero molto semplice ed è possibile integrarlo sul proprio sito e blog e sulla pagina Facebook.

Bigcartel: ancora poco conosciuto e totalmente in inglese. Offre un piano gratuito limitato oppure un canone mensile.

Da Wanda: Fornisce un’ampia visibilità in diversi paesi. Non ha spese per il caricamento delle inserzioni, tuttavia le spese di commissione per i lavori venduti sono del 5%.

Artesanum: portale gratuito poiché funge solo da “vetrina” e  non offre la possibilità di comprare direttamente. Il compratore dovrà contattare direttamente il venditore.

MissHobby: sito in italiano. A volte un pochino lento. Prevede un piccolo contributo annuale per la pubblicazione dei propri manufatti e una percentuale sul venduto. Il piano premium prevede la possibilità di vendere dei corsi (utile anche se hai un negozio fisico).

Giancl manufatti:  in italiano. Molto economico, infatti, prevede solo un costo di 10 euro annuale per poter pubblicare e vendere le proprie creazioni. Non ci sono commissioni sulle vendite.

Hobby bay: anche questo in italiano e con costo di abbonamento annuale a partire da 11 euro. Sicuramente da migliorare.

 

Pensa alle foto e al valore delle tue creazioni

Come abbiamo visto,  per iniziare a guadagnare con la tua creatività ci sono varie le possibilità da prendere in considerazione. Ti suggerisco anche questo libro per creare un business con la tua creatività.

Per ottenere più vendite dei tuoi manufatti non dimenticare di procurarti delle belle foto per ciascuna opera, anche dei suoi dettagli. Prepara una bella descrizione da inserire nelle vetrine dei negozi online.

Calcola bene il prezzo  a cui deciderai di venderle. Non deve essere troppo basso per evitare di dare l’idea che sia un prodotto scadente. Cerca di dare il giusto valore al tuo lavoro e a ciò che hai prodotto e vedrai che troverai presto chi saprà apprezzare la qualità e l’impegno che racchiude un oggetto fatto a mano.